TERRA

il momento giusto (scritto sotto l’effetto del Burian)

Fuori piove, il Burian ha soffiato forte non molto tempo fa, una siberiade glaciale ha attraversato le mie ossa, ed è previsto il ritorno, un colpo di coda, ma è metà marzo e ci siamo quasi, il momento giusto è vicino, dopo mesi trepidanti e gelidi, finalmente dismetterò vestiti pesati per tornare a più comodi pantaloncini corti, il momento giusto per seminare, per vedere la natura rinverdire di vita, tutti i semi sono lì, in bacheca, spolverati e lucidati, in fila come soldatini pronti per la missione.

Come l’acqua che disgela, in campagna cominciano a ricomparire i soliti personaggi, è il segnale che è arrivato il momento giusto, Valentino dal passo felpato come i ladri, compare sempre all’improvviso senza farsi sentire e mi prende alla sprovvista per questo a volte mi fa incazzare, il solito Arturo ancora più arrabbiato, i suoi unici sfoghi sono piantare patate e spaccare legna, e molti altri personaggi con relativo accompagnamento di canidi, gente di cui ignoro i nomi, ma di cui conosco le loro perle di saggezza contadina e a volte di ignoranza, una variegata umanità ridà vita al versate solivo, potatori e innestatori, trattori si spostano sulle stradine sterrate con carichi di letame, tornano le api, un moto di liberazione mi prende, la smania e l’inquietudine passano, io sono pronto, sono sempre stato pronto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.