TERRA

il tempo è dei filosofi, la casa di chi l’abita, la terra di chi la lavora

Io sposto i confini, già proprio così! quei grossi massi che da noi dialettalmente si chiamano “termen” e delimitano il confine tra un campo e l’altro, io li sposto guadagnando spazio, centimetri e metri ogni anno, ora immagino chi tiene alla propria proprietà privata come si possa scandalizzare, ma state tranquilli e calmi, non vi rubo il vostro pezzettino di terra, non me lo ficco in tasca e me lo porto a casa, neanche quelli che sto lavorando attualmente sono miei, il fatto è che sono stanco della vostra incuria, vi preoccupate solo del vostro terreno lasciato ai rovi solo quando sapete che una persona c’è seduta sopra e vi ha strappato un ciuffo di gramigna, sono stanco di entrare e ripulirvelo dai rovi e la robinia perchè questi avanzano verso di me, sono stanco di vedere campi solivi e fertili diventare boscaglie impenetrabili, io da anni sono il vostro fedele spazzino che da tempo ripulisce i sentieri, vi taglia i rovi e vi porta via la spazzatura, sì perchè incuria porta incuria, quando la gente vede un luogo abbandonato a se stesso si sente legittimata a buttare qualsiasi cosa, dalla carta alla plastica, ai rottami metallici fino all’eternit, ecco a cosa vi servono le boscaglie di vostra proprietà; a buttare i vostri rifiuti tossici, quindi sappiatelo; vi sposto i confini, mi prendo la vostra terra mentre voi siete al centro commerciale, vi rubo la legna degli alberi caduti, vi ho rubato i sassi e i “bachech” per fare i tutori, il giorno che non coltiverò più i campi che confinano con il vostro rimetterò i “Termen” dove stavano.

in fede; il vostro spazzino

Annunci

One thought on “il tempo è dei filosofi, la casa di chi l’abita, la terra di chi la lavora

  1. Sei un grande. Se potessi ti darei una mano a spostare il masso! Alla faccia dei frequentatori di centri commerciali che non sanno cosa si perdono. Io non so che darei per starmene in mezzo alla natura, che qui al Sud purtroppo è abbandonata all’incuria ed all’ inciviltà più vergognosa. Spero di realizzare uno dei miei più grandi sogni: vivere in un luogo pieno di verde, vicino un lago, un bosco, una montagna, qualsiasi luogo possa placare questo bisogno che ho di ritornare alla natura.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.