TERRA

terra magra

Sul versante la terra è magra, povera e arida, sabbia e sassi, sabbia bianca calcarea, sassi puntuti, c’è sole, polvere e tanto sudore, ma c’è il sole, il sole di prima mattina, “splendi sole asciuga le mie lacrime per favore“, ailanto e robinia, papaveri, erigero e linearia, ramarri e lucertole che si scaldano sulle pietre, le terre ricche e fertili sono più giù, nel fondo valle freddo e brinoso d’inverno, dove tira l’aria frescolicchia che accompagna il fiume, io intanto prendo il sole…sento odi di lamento; “he lè magher” “he lè hec“, non possiamo lamentarci, abbiamo mai fatto qualcosa perchè non fosse così? invece è tutto nel fondo, quel poco l’abbiamo lasciato scivolare giù a disposizione del mais da foraggio, “i sassi si contano in fondo alla valle” diceva un mio amico, ed anche l’humus.

Qui coltivo io, terra da vite e da olivo, terra di salici che piangono, tra una muraca e l’altra, tra i rovi e la vitalba, terra di resistenza, terra da restaurare e da fermare, da rigenerare e da arricchire con cereali, frutta e ortaggi, da riportare feconda e mantenerla così…terra da amare che ti può comunque soddisfare, io la venero, le piante e le erbe fioriscono anche qui, ed i frutti si colgono anche loro nel momento giusto.

Il paradiso è sotto i nostri piedi, così come sulle nostre teste.
(Henry David Thoreau)

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.