PIANTE/SEMI

e patata fu!

 

 

 

 

Questo mio peregrinare non voluto di campo in campo è anche un bene, così involontariamente semino le patate ogni anno in luoghi diversi, sfuggendo alla dorifora ed ai terreni che si “stancano”, anche quest’anno ho ritrovato un terreno ricco di humus dopo aver recuperato un pezzo di terra dai rovi, e si sa! dove c’erano i rovi il terreno è ricco, coltivando patate è un buon modo per “romperli”, con la lavorazione, le rincalzature e la raccolta si ha modo di estirpare i rovi dimenticati e i continui ricacci…se l’anno passato guardavo la Concarena quest’anno sono dirimpetto, esattamente sull’altro versante e scruterò il pizzo Badile, il suo corrispettivo maschile, e chissà che queste montagne sacre non daranno qualcosa di mistico ai miei tuberi.

L’anno passato interrai addirittura i tuberi facendo semplicemente un buco nel terreno tra l’erba, ma quello era un altro terreno e un altra storia a cui dovevo adeguarmi, solo due varietà non avevano prodotto bene dandomi problemi, per il resto la media è stata superiore alla norma per queste varietà non moderne. Sono soddisfatto, negli anni ho fatto una buona selezione sulle patate da semina, come per le patate di Verrayes, le parli, le blu d’Austria, le blu di Valtellina e molte altre, quest’anno ho aggiunto alcune varietà e scartato altre, in totale una quindicina, avevo contato i tuberi prima della semina; 1070(già!!), preparando il terreno a mano per quella quantità, dopo la pregerminazione casalinga, mi ero reso conto che non bastavano, c’era ancora terra libera quindi sono andato ad acquistare altre varietà commerciali a pasta gialla, avendole io per lo più a pasta bianca, le spunta e le solite desirè, aimè! non avrei voluto, è una contraddizione ma le patate da semina commerciali vengono trattate con sostanze antigerminanti, anche il rivenditore ti mette all’erta; “mi raccomando se ne avanzi, il restante non mangiarlo”, oltre che essere tuberi troppo grossi, da tagliare in più parti, lasciare che si crei la patina e infine seminare, scomodo. Un amico ritornato per poco tempo dagli USA mi ha portato i semi veri e propri, TPS true potato seeds, da semi di patata a pasta gialla e viola, grande la curiosità per vedere cosa ne uscirà, sono molte le persone che ignorano il fatto che le patate fanno bacche coi semi, ma sono anche poche le varietà produttrici di semi alla nostra latitudine. Osservo ultimamente molta gente coltivare le patate sotto il fieno, per me vale la pena fare uno sforzo in più, oltre che più produttive il sapore delle patate interrate è di gran lunga migliore, magari anche in un terreno sassoso, ma ognuno è libero di fare come crede…

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...