DIARIO DI UN ORTO

l’orto spettinato

Attendendo impazientemente l’arrivo di una nuova primavera, e della stagione in cui butteremo semi in lungo e in largo, pensiamo al nostro orto, un “orto che non vuole l’uomo morto” o altre frasi fatte, ma un orto perenne, un orto estremo, un orto scosceso, un orto di fame, senz’acqua, selvadego, ignorante, indipendente, ribelle, ma soprattutto un orto spettinato, non un finto spettinato alla moda, non abbiam aggeggi utili per pettinarci e neanche superfici su cui specchiarci, siamo tendezialmente agropunkpaceeamoreuncaxxo, non ci frega nulla delle definizioni correnti…ama l’orto spettinato, tifa per lui, odia il prato all’inglese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...