DIARIO DI UN ORTO

custodendo caotica bellezza naturale

IMG_7695 IMG_7926

 “Il caos è più fondamentale dell’ordine. E’ la situazione più comune in Natura, mentre l’ordine è relativamente raro e può essere facilmente distrutto dalla più piccola perturbazione. La Natura stessa usa il caos come parte integrante del suo programma di evoluzione. Per risolvere il problema di adattare le forme di vita per la sopravvivenza in un ambiente in continua trasformazione, complesso, apparentemente caotico, ogni schema deterministico sarebbe destinato al fallimento.”

rutashiso e ipomea blu

 

De gustibuss, non a tutti può piacere, quelli con gli orti ripuliti da ogni innocua erbetta storcono il naso, molti lo ritengono disordine, addirittura indignandosi, le citazioni; Ma come fai a chiamare orto un macello del genere”, “l’orto dev’essere orto”, frase insignificante, come se ci fossero leggi internazionali su comehelvadec fare l’orto, e io fossi un trasgessore, Per me questo è l’orto di chi non ha voglia di lavorare…e non sa lavorare! frase che potrei prendere come un complimento, in una mia personale interpretazione, anche se non è così, e la più divertente; “scusi, ma guardi che qui non si usa fare l’orto così”. L‘ordine e’ una condizione mentale molto individuale, il problema sta nella testa della gente. Ma anche spiegare alle persone i perchè e le varie motivazioni, queste non capiscono, provano un incomprensibile fastidio, e la cosa mi diverte, e a volte mi scoccia. Io ci vedo bellezza naturale espressa ai suoi massimi livelli, la natura è kaos, un kaos pieno di regole, la vita e l’universo si sono creati in una caotica esplosione.

IMG_5304IMG_7883

 

 Qui non si tratta di coltivare solo piante e produrre cibo, ma anche preservare il suolo e la sua ricchezza, comprendere un ecosistema, io sono un custode, prima che un coltivatore, Il img_8527mio approccio è incentrato sul mantenimento della fertilità del terreno, conservarne la struttura e il suo popolo di microrganismi e insetti, che sono nostri alleati e lavorano per noi, alla cura del suolo, e alla vita al suo interno, e di conseguenza alle nostre piante, alla produzione di semi vitali e sani , alla valorizzazione di un sistema ricco di biodiversità animale e vegetale, partendo da qui, custodendo queste cose fin da oggi potremo avere un ambiente sano e prodotti genuini in futuro. Tralasciando le ansie da competizione, le piante dipendono dal terreno per crescere, la biodiversità spontanea e l’equilibrio naturale che si crea con essa, “la coesistenza non è competizione, ma sinergia ed equilibrio”.

basilico grecoIMG_5312

Io, qui son felice, e quando vedo un pianta crescere rigogliosa in mezzo alle “erbacce” lo sono ancora di più, mi godo momenti di pace, mi eccito per un frutto maturo, la sorpresa quando scosti veccia, iperico, fiore del fagiolo coccineusl’erba alta e trovi un seme germinato e cresciuto in autonomia, un insetto che si nutre, voglio essere sommerso dal verde, dai suoi aromi e dai suoi profumi, nascondermi dietro all’assenzio, far l’amore tra il trifoglio rosso, salire sul ciliegio per prendere una zucca rampicante, valorizzare ogni singola erba che comunemente la gente chiama erbacce, sono una ricchezza così come ogni singolo insetto, l’erba crescerebbe comunque, ancora, ancora e ancora…ovunque vado e coltivo è più forte di me; creo giardini, zone semi selvatiche, con fiori e aromi, sacrificando anche piccoli pezzi di terra.

IMG_4424IMG_7826

Il mio terreno è ricco d’humus, e vita, non devo drogarlo continuamente per tenerlo in vita come fosse un malato terminale, non predico utopie da agricoltura naturale, non si può creare un agricoltura produttiva da reddito con questa filosofia, ma credo si possano lasciare oasi selvatico-coltivate tra le monocolture e aumentare la biodiversità tra queste,  avere la giusta cura del suolo e della biodiversità anche coltivando in modo semi-convenzionale…l’esempio è ovunque, in natura, certo non è semplice, nei campi coltivati a monocolture da decenni con concimi chimici e profonde arature, non si possono di punto in bianco convertire a metodi più rispettosi, con risultati buoni e grandi raccolti.

IMG_4071IMG_7822

“La primavera è tornata, il sole ha abbracciato la terra. Presto vedremo i figli del loro
amore. Ogni seme, ogni animale si è svegliato. Anche noi siamo stati generati da questa
grande forza. Per questo crediamo che anche gli altri uomini e i nostri fratelli animali
abbiano il nostro stesso diritto a vivere su questa terra”. TORO SEDUTO

IMG_779312047037_10207601738384517_2594692401555196254_n

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci

One thought on “custodendo caotica bellezza naturale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...