TERRA

“podéte” al popolo

1935248_1203285252914_4432515_nRovi, rovi e ancora rovi…dove ci sono loro, noi siamo lì, ringraziamo podéta, roncola o rampela… i rovi, senza more, che pungono, graffiano e segnano…Questa pianta mi accompagna ormai da tempo, è così quando si addottano campi abbandonati, inselvatichiti, boscaglie e selve dimenticate dall’uomo, ricoperte di arbusti spinosi. Potrei scrivere libri sui rovi, raccontarne storie e leggende, ma che fare contro i rovi? a parte una bella spodettata, il miglior modo per eliminarli è coltivare lì dove infestano, irriducibilmente, senza arrendersi, senza mai smettere. Ripulire campi è ormai la normalità durante i mesi freddi, certo preferirei osservare colture invernali crescere, senza fare nulla e godendomele alla frescura di stagione, armato di pochi attrezzi, tra cui la fedele podéta mi faccio strada e libero terra fertile per coltivarci, e in quel momento mi immedesimo in un viet-cong nella giungla Cambogiana, ci sono anche gli spari dei cacciatori che mi aiutano ad entrare nella parte. I rovi bisogna attaccarli in autunno quando mettono via le loro energie per l’anno dopo, bisogna bastonarli, letteralmente, non basta tagliarli ma bisogna proprio sfibrarli, “daga dent“.

img_8736img_8739

E’ così quando si è nomadi,  e per forza di cose ogni anno ci si sposta da un campo ad un altro, così è stato pure nell’ultimo campo addottato, datomi da un amministrazione comunale del luogo; Cerveno, quindi con una previsione di lunga permanenza, decennale, potendo ragionare in modo diverso, fare progetti a lunga scadenza e non ragionando in termini annuali, pensando a colture perenni e alberi da frutto, amici venuti a trovarmi mi hanno anticipato scrivendo della mia esperienza: colturerupestri. a Cerveno il recupero dei terreni incolti è realta Con una giornata intera con decespugliatore a lama, nolleggiato, sono riuscito a tritare gran parte delle ramaglie e dei rovi, lasciando così coperto il terreno per l’inverno da un buono strato di sostanza, negli anni il campo abbandonato andato a boscaglia ha arricchito ulteriormente il suolo, tagliate molte piante, come la robinia, e selezionate alcune in luoghi strategici, come sul perimetro, ho lasciato noci, biancospini, sambuchi e fichi come frangivento.

img_8744img_8743

Ma c’è peggio dei rovi, la vitalba, cui la podéta le fa il solletico, e ancora peggio; le cattive pratiche, come i diserbi chimici pensando che queste piante possano sparire, ognuno ha le infestanti che si merita e deve imparare a conviverci…Anche quest’inverno avrò da fare, sempre sotto lo sguardo attento della Concarena. PIU’ PODETE PER TUTTI.

concarena

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci

3 thoughts on ““podéte” al popolo

  1. Ciao Tellin, bel racconto come sempre. Sono nuovo alla podete. Fin’ ora ho sempre usato una specie di falcetta seghettata per sfalciare e liberarmi di erbe fastidiose. Sapresti dirmi se ci sono video in rete su come usare la podeta ed eventualmente dove poterne acquistarne una?

    Mi piace

    • ciao, video tutorial credo non ne siano stati fatti, proprio perchè in fondo è semplice il suo utilizzo, come già dicevo ironicamente, l’importante è tenerla dalla parte del manico, dovresti trovarla in qualsiasi ferramenta ben fornito

      Mi piace

  2. Ciao Tellin, il tuo racconto l’ho sentito anche mio dacché da due anni a questa parte, sto recuperando un terreno abbandonato da più di 8 lustri….ho imparato però a stimare la grande forza di queste pioniere che come vascelli all’arembaggio riconquistano terre usate dall’uomo, in nome di un anarchica natura che tutto equilibria. In questo senso, ora mai, mi sento Rovo anche io !!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...