PIANTE/SEMI

patate sacre

IMG_6985Se dovessimo convincere un agricoltore, attraverso i risultati, che si può fare un agricolutra sana e naturale in modo alternativo, questi son certo farebbe comunque in modo tradizionale,  “si è sempre fatto così”, alla gente piace lavorare, soprattutto se ha a disposizione mezzi pesanti e poco discreti, poter dominare su tutto e tutti, dai loro trattori, per me ognuno può fare come meglio crede, come io rispetto i metodi degli altri, vorrei che fossero rispettati i miei, in fondo son affari miei, se non raccolgo nulla, ne va a mio discapito. Faccio questa premessa, perchè ci son state lamentele, da persone che non centrano nulla.

Non voglio apparire come un estremista dell’agricoltura naturale, non è così, ma io noIMG_7087n possiedo nulla, neanche i campi che coltivo, non ho mezzi, e non ho mezzi per far venire altri mezzi, quindi fresare o arare mi costerebbe, dovrei recuperare un trattore per portare la fresa nei campi, dovrei acquistare gasolio, le ore e i soldi si sprecherebbero, quindi mi adeguo, in autonomia, solitudine e senza rumori, con mani e zappa risolvo ogni questione, onestamente; possedendo un mezzo agricolo adatto, a portata di mano, lì, in quel momento una lavorata veloce gliela avrei data, anche se è vero che, il miglior modo per propagare certe erbe fastidiose avviene con la lavorazione del terreno.

IMG_7161Mentre delle mucche dagli occhi malinconici mi ossservavano, forse perchè vivono in mezzo alla fanghiglia, ho messo a dimora una dozzina di varietà, 1500 tuberi circa, facendo un buco o dei solchi su inerbito, varietà riprodotte e moltiplicate l’anno passato, e altre recuperate in Liguria, camminare su questo fertile, e morbido terreno da una sensazione piacevole, immagino che passeggiare su una nuvoletta in cielo sia proprio così, son stato fortunato; terreno mai sfruttato, e morbido, tanto da affondarci le mani, ricco di humus. Il luogo è adatto per queste culture, sul versante opposto, dove solitamente coltivo, più fresco d’estate e con la giusta umiditIMG_7086à, una sorgente scorre tra i miei campi e le mucche, tanto che si era infiltrata nel sottosuolo e ho dovuto deviarla. Per me ogni lavoro nei campi è una scampagnata, dovendo fare sempre della strada a piedi, per sentieri e mulattiere, tanto per non perdere il vizio. 400 mtq a patate, avanzava ancora tantissimo spazio, ad aprile ho seminato i fagioli, e al limitare della discesa le zucche per valorizzare uno spazio altrimenti inutilizzato, dopodichè a maggio il mais. Con alle spalle il pizzo Badile e di fronte alla Concarena, la montagna sacra degli antichi, e proprio nel giorno in cui avviene l’equinozio di primavera; sotto la concarena, ho iniziato la messa a dimora dei tuberi.

IMG_6981In autunno, nella previsione che anche la prossima stagione non avrò mezzi, per mantenere il suolo morbido e fertile seminerò un mix di sovescio, una coltura da copertura; “cover crops”, i residui non verranno interrati, per seminare la coltura successiva, che quindi avverrà direttamente su sodo, e un’altra parte a segale.

Annunci

One thought on “patate sacre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...