DIARIO DI UN ORTO

muri a secco, pietra su pietra

aiuole verticaliDa poco ho capito l’importanza fondamentale dei muri a secco nel paesaggio, oltre che assicurare stabilità ai terreni, rappresentano, grazie alle loro fughe e cavità naturali, un buon habitat per molte piante, anni fa nell’orto di mia nonna i pomodori crescevano spontanei tra le fughe, riseminandosi ad ogni primavera, per molte specie animali è un’altro spazio abitabile che vi trovano riparo tra una pietra e l’altra, ed infine, fondamentali per la tutela dell’elemento più prezioso del paesaggio rurale; il suolo, sono loro a tenere in piedi i nostri versanti, dove gli eroici agricoltori grazie ad essi hanno  coltivato per secoli. Spesso viene sottovalutata la loro importanza, molti enti, regioni o comunità montane stanno cercando a loro modo di salvaguardare questo grande patrimonio.

Se pratico un agricoltura del non fare, o fare il meno possibile, a volte buttando un seme in IMG_7166aria senza fare quasi nient’altro, non posso dire altrettanto per quanto riguarda i manufatti che tengono in piedi i nostri pendii; loro non crescono da soli. Per quanto mi riguarda, la ricostruzione dei muri crollati  prosegue lentamente, per la difficolta a volta di reperire i sassi adatti, ormai sepolti nel terreno da decenni, quindi man mano che rinvengono, vado avanti con pazienza, pietra su pietra, aggiungendo un pezzo ogni giorno, anche se piccolo. Ho stravolto completamente il concetto di muro a secco, presente nel nostro paesaggio alpino, in fondo per queIMG_7129llo che desidero fare io vanno benissimo; coltivare ortaggi, officinali e aromatiche, quindi muri bassi, a misura d’uomo, in origine erano alti anche fino ai 3 metri, li edifico uno a monte dell’altro, lasciando piccole aiuole dove mettere aromatiche e fiori, ma anche verdure come zucche e zucchine, bisogna considerare la mia poca praticità, l’inesperienza, ed infine la difficoltà essendo solo, e senza mezzi, confido tanto nelle radici delle piante che tengono insieme il terreno estremamente in pendenza…forse dovrei a11229833_442401142551858_8690478520316314496_nver più pazienza, ma spesso divento fremebondo e frettoloso, voglio vedere il lavoro finito al più presto, così da far sembrare i miei muri dei semplici ammassi di pietre, finito il lavoro me ne pento, col tempo sto imparando alcune tecniche e ad essere più paziente, infine ritenterò la coltivazione dei capperi tra le fughe dei muri, se crescono sui muri dei castelli di Brescia e Bergamo perchè non qui?

IMG_5022IMG_5026

Salva

Annunci

One thought on “muri a secco, pietra su pietra

  1. Salve sono un ragazzo pronto a fare tutto con la pietra esperienza decennale muri a secco case ecc,abito in sicilia possibilità di trasferta cordiali saluti 3492134367

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...