VALLI

Un contadino asceta e il monte sacro

Sotto la concarena, monte mistico e leggendario della Vallecamonica, c’è un piccolo appezzamento di terra con una casetta in sassi…

IMG_1867Lì, ci vive un uomo atipico di nome Claudio, un uomo speciale, un contadino, un filosofo, un nutrizionista…certo è difficile dare una definizione a quest’uomo, di sicuro non gli si può contestare nulla per la coerenza che porta avanti, dopo la scelta radicale e coraggiosa che ha intrapreso; dopo anni passati a girare il mondo sulle navi da crociera con le conseguenti esperienze di vita, Claudio è tornato nella sua terra natia, dove ha preso un pezzo di terra, rivoluzionando completamente la sua vita e riscoprendo le sue radici, ci son due parole, che danno il titolo a un documentario a lui dedicato e che spiegano bene; il vortice fuori, l’evasione da una vita caotica simile ad un centro commerciale, con la scelta di tornare ai primordi partendo dalla terra, seguendo i ritmi della natura, coltivando in modo tradizionale, a mani nude e senza l’ausilio di attrezzi meccanici o pesticidi. Un atto di rottura e di ribellione contro il sistema impostoci dalla vita moderna. Il suo motto è : Si vota comprando, solo cercando di fare una vita autosufficente, il più lontana possibile dal consumismo impostoci, quello che oggi chiamiamo decrescita, si “vota” contro, la globalizzazione e le multinazionali.

IMG_1870IMG_1872

 

 

 

 

 

 

L’unica modernità che si concede è il suo motocarro, che lo porta sulle strade dove vende le sue verdure fresche, tra claudio e le persone non è solo un rapporto commerciante-cliente, diventa qualcosa di più, uno scambio di opinioni, di saperi, ritrovare il rapporto umano, andandosene via con qualcosa che non è in vendita. Vita dura la sua, sveglia all’alba, il suo bagno nel laghetto, estate ed inverno, il lavoro duro nei campi amando, quasi coccolando, ogni seme, ogni piantina, rispettando ogni essere vivente, con la sempre presente compagnia dei suoi gatti e della Concarena; il sacro monte Camuno, punto di passaggio dal basso all’alto, dall’invisibile al visibile, dalla nascita alla morte, dalla terra al cielo.

Nella casetta di pietra in mezzo alla campagna arriva il boato cupo del vortice; camion che passano nel fondo valle, fabbriche che lavorano il ferro e inquinano l’aria…in ogni dove, nelle rocce della valle ci sono ritratti di un’era scomparsa, le antiche popolazioni camune hanno immortalato momenti di vita sulla pietra….

inciimages

Salva

Annunci

2 thoughts on “Un contadino asceta e il monte sacro

  1. Pingback: Un contadino asceta e il monte sacro | Ingrediente X

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...